Diario Live

Coppa di Francia 01/28 20:00 4 Nantes vs Brest - View
Francia - Ligue 1 02/06 14:00 23 Strasburgo vs Nantes - View
Francia - Ligue 1 02/13 16:00 24 Nantes vs Reims - View
Francia - Ligue 1 02/20 16:00 25 Nantes vs Paris Saint Germain - View
Francia - Ligue 1 02/27 16:00 26 Metz vs Nantes - View
Francia - Ligue 1 03/06 16:00 27 Nantes vs Montpellier - View

Risultati

Francia - Ligue 1 01/23 14:00 22 [11] Nantes v Lorient [18] W 4-2
Francia - Ligue 1 01/14 20:00 21 [2] Nizza v Nantes [9] L 2-1
Francia - Ligue 1 01/09 16:00 20 [8] Nantes v Monaco [7] D 0-0
Coppa di Francia 01/02 12:45 5 Nantes v Vitre W 2-0
Francia - Ligue 1 12/22 20:00 19 [20] St Etienne v Nantes [10] W 0-1
Coppa di Francia 12/18 15:00 6 Sochaux v Nantes W 4-5
Francia - Ligue 1 12/10 20:00 18 [13] Nantes v Lens [5] W 3-2
Francia - Ligue 1 12/05 14:00 17 [16] Lorient v Nantes [13] W 0-1
Francia - Ligue 1 12/01 20:00 16 [10] Nantes v Marsiglia [4] L 0-1
Francia - Ligue 1 11/27 16:00 15 [12] Lilla v Nantes [11] D 1-1
Francia - Ligue 1 11/20 16:00 14 [1] Paris Saint Germain v Nantes [11] L 3-1
Francia - Ligue 1 11/07 14:00 13 [9] Nantes v Strasburgo [8] D 2-2

Stat.

 TotalIn casaFuori casa
Partite disputate 49 27 22
Wins 19 9 10
Draws 10 4 6
Losses 20 14 6
Goals for 68 34 34
Goals against 59 35 24
Clean sheets 10 6 4
Failed to score 12 8 4

Il Football Club de Nantes, dal 1992 al 2007 Football Club Nantes-Atlantique, FC Nantes o conosciuto semplicemente come Nantes, è una società calcistica francese con sede nella città di Nantes. Milita nella Ligue 1, la divisione di vertice del campionato francese di calcio.

Fondato il 21 aprile 1943, durante la seconda guerra mondiale, dalla fusione di alcuni club cittadini, disputa le gare casalinghe allo stadio La Beaujoire-Louis Fonteneau (39.000 posti) in tenuta gialloverde.

Anche se negli ultimi anni duemila ha accusato un brusco calo di prestazioni che l'ha portata a due retrocessioni in seconda divisione nel giro di due anni (nel 2007, interrompendo tra l'altro il primato di permanenza in massima serie, per ora fermo a 44 stagioni, eguagliato dal Paris Saint-Germain nel 2017-18, e nel 2008-09), il Nantes è una delle squadre francesi più titolate, avendo vinto 8 titoli nazionali (al quarto posto nella classifica dei club più vincenti di Francia), 3 coppe nazionali, 3 Supercoppe nazionali e una Coppa di Lega francese, oltre a detenere diversi record del campionato nazionale. Il Nantes ha inoltre acquisito una certa notorietà anche a livello europeo, soprattutto negli anni novanta, quando ha raggiunto la semifinale di Champions League nel 1996, per poi perdere contro i futuri campioni della Juventus.

History

Il Football Club Nantes fu fondato il 21 aprile 1943 dalla fusione di alcuni club locali, con l'obiettivo di creare una squadra adatta a competere con i club di massima serie. Al termine delle ostilità la squadra ebbe la possibilità di esordire nel calcio professionistico, venendo iscritta in seconda divisione. L'obiettivo della salita in massima serie fu raggiunto solamente vent'anni dopo la fondazione del club grazie al tecnico di origine spagnola José Arribas, che introdusse all'interno della squadra un inedito tipo di gioco (ribattezzato dalla stampa jeu à la nantaise) basato sul collettivo, sulla velocità, nonché sul modulo 4-2-4. Guadagnata la massima serie il Nantes si dimostrò capace di lottare per il vertice, vincendo due titoli consecutivi nelle stagioni 1964-65 e 1965-66, grazie anche all'apporto di giocatori emergenti come Jacky Simon, Ramon Muller, Philippe Gondet, Robert Budzynski (futuro direttore sportivo della squadra) e Daniel Eon. Con Arribas in panchina la squadra ripeterà la vittoria in campionato nella stagione 1972-73, con una squadra rinnovata che aveva come principale cardine il capitano Henri Michel e gli stranieri Erich Maas, Ángel Bargas e Ángel Marcos.

Il Nantes continuò a dominare in campo nazionale anche dopo il 1976, anno in cui Arribas fu sostituito in panchina da Jean Vincent: grazie a giocatori di nuova generazione, tra cui il trio d'attacco Amisse-Baronchelli-Pécout e il centrocampista Gilles Rampillon, la squadra fu rigenerata e fu capace di aggiudicarsi il titolo nelle stagioni 1976-77 e 1979-80 (stabilendo tra l'altro il record nazionale di risultati utili consecutivi in casa), ma soprattutto la Coppa di Francia, vinta nella stagione 1978-79 dopo tre finali perse. Sotto la guida di Vincent il Nantes acquistò anche una certa notorietà a livello internazionale, raggiungendo le semifinali di Coppa delle Coppe nel 1980, in cui fu sconfitto dal Valencia, futuro vincitore della manifestazione.

Nel 1982 il timone della squadra fu preso da Jean-Claude Suaudeau, ex giocatore della squadra nonché tecnico della squadra delle riserve: il cambio di allenatore coincise con un ennesimo rinnovo della squadra (che vide l'inserimento di giocatori come Vahid Halilhodžić, per due volte consecutive capocannoniere del campionato, José Touré e l'affermazione di Maxime Bossis, che ereditò la fascia di capitano da Henri Michel) a cui corrispose la vittoria del sesto titolo nazionale, conseguito dopo aver dominato agevolmente la graduatoria. Negli anni successivi a quest'affermazione il Nantes continuò per un periodo a mantenersi in posizioni di classifica medio-alta in seguito, a causa di una politica di mercato deficitaria (che vide l'acquisto di giocatori sul viale del tramonto e la vendita a prezzi irrisori di giovani promesse), la squadra andò incontro ad una crisi tecnica e societaria, fino a rischiare il fallimento al termine della stagione 1991-92, evitato grazie ad un risanamento della società che portò alla ridenominazione del club in Football Club Nantes-Atlantique.

Scongiurato il fallimento la squadra, allenata da Jean-Claude Suaudeau (che aveva ripreso il timone della squadra nel 1991), fu ricostruita nel giro di pochi anni e, grazie ad elementi come Patrice Loko, Christian Karembeu e Claude Makélélé, riportò il titolo nazionale a Nantes nella stagione 1994-95, stabilendo in quell'anno alcuni record tuttora imbattuti a livello nazionale, e raggiunse le semifinali di Champions League nella stagione successiva, dove fu sconfitto dalla Juventus, futura vincitrice della manifestazione. La striscia positiva della squadra continuò anche dopo il 1997, anno in cui Raynald Denoueix prese il posto di Suaudeau alla guida della squadra: i canarini vinsero infatti due edizioni consecutive della Coppa di Francia (nel 1998-99 e nel 1999-00, quest'ultima battendo un sorprendente Calais) e un titolo nazionale (nella stagione 2000-01).

A questo periodo d'oro seguì negli anni successivi un periodo di lento declino, iniziato nell'autunno 2001 con l'esonero di Denoueix, avvenuto a causa di un inizio poco felice in campionato e in Champions League. Il culmine di questo declino si concretizzò nella stagione 2006-07, in cui il Nantes retrocesse in Ligue 2, ponendo fine a quarantaquattro anni di permanenza in massima serie. La pronta risalita della squadra in massima serie nonché il cambio ai vertici della dirigenza (che comportò il cambio di denominazione in Football Club de Nantes) non sembrò arrestare la crisi della squadra che al termine della stagione 2008-09 retrocesse in seconda divisione dopo un solo anno di permanenza in Ligue 1.

La squadra fece però il suo ritorno nella massima serie al termine della stagione 2012-2013, quando ottenne l'aritmetica certezza della promozione a due giornate dal termine, grazie alla vittoria per 1-0 sul Sedan del 17 maggio 2013. Il Nantes, ritornato in Ligue 1, partì fortissimo, trascinato dai gol di Filip Djordjevic, e rimase in zona utile alla qualificazione per le coppe europee per diverse giornate, prima di cedere, falcidiato da infortuni e non (a gennaio era già ufficiale il passaggio del cannoniere Djordjevic alla Lazio), e concludere con una tranquilla salvezza. Nelle stagioni seguenti ha raggiunto sempre con un discreto anticipo la salvezza. Nella stagione 2017-2018 è stato allenato da Claudio Ranieri e ha coltivato per larga parte della stagione il sogno di una qualificazione europea, dopo essere stato quinto e aver terminato nono. Il 5 febbraio 2019 ritira la maglia numero 9 appartenuta al calciatore italo-argentino Emiliano Sala, deceduto il 21 gennaio dello stesso anno. La stagione 2020-2021 sarà complicatissima, con la squadra per gran parte del torneo in zona retrocessione, ma un finale di campionato superlativo consente ai gialloverdi di disputare i playout contro il Tolosa, vincendo l'andata 2-1 in casa dei neroviola e perdendo 1-0 in casa ma salvandosi in virtù dei gol in trasferta.