Diario Live

Amichevoli Europa 07/27 17:30 - Strasburgo vs Cagliari - View
Francia - Ligue 1 08/06 19:00 - Strasburgo vs Monaco - View
Francia - Ligue 1 08/07 18:00 1 Strasburgo vs Monaco - View
Francia - Ligue 1 08/14 18:00 2 Nizza vs Strasburgo - View
Francia - Ligue 1 08/21 18:00 3 Strasburgo vs Reims - View
Francia - Ligue 1 08/28 18:00 4 Auxerre vs Strasburgo - View

Risultati

Francia - Ligue 1 05/21 19:00 38 [3] Marsiglia v Strasburgo [5] L 4-0
Francia - Ligue 1 05/14 19:00 37 [6] Strasburgo v Clermont Foot [16] W 1-0
Francia - Ligue 1 05/07 15:00 36 [11] Brest v Strasburgo [6] W 0-1
Francia - Ligue 1 04/29 19:00 35 [6] Strasburgo v Paris Saint Germain [1] D 3-3
Francia - Ligue 1 04/24 15:05 34 [9] Lilla v Strasburgo [5] L 1-0
Francia - Ligue 1 04/20 19:00 33 [5] Strasburgo v Rennes [3] W 2-1
Francia - Ligue 1 04/17 13:00 32 [15] Troyes v Strasburgo [5] D 1-1
Francia - Ligue 1 04/10 17:00 31 [4] Strasburgo v Lione [9] D 1-1
Francia - Ligue 1 04/03 11:00 30 [5] Strasburgo v Lens [8] W 1-0
Francia - Ligue 1 03/20 14:00 29 [17] Lorient v Strasburgo [5] D 0-0
Francia - Ligue 1 03/13 14:00 28 [5] Strasburgo v Monaco [8] W 1-0
Francia - Ligue 1 03/06 14:00 27 [13] Reims v Strasburgo [5] D 1-1

Stat.

 TotalIn casaFuori casa
Partite disputate 45 22 23
Wins 20 12 8
Draws 13 5 8
Losses 12 5 7
Goals for 69 39 30
Goals against 52 22 30
Clean sheets 15 7 8
Failed to score 9 4 5

Il Racing Club de Strasbourg Alsace, meglio noto come Strasbourg, in italiano Strasburgo, è una società calcistica francese con sede nella città di Strasburgo. Milita in Ligue 1, la massima divisione del campionato francese.

Fondata nel 1906 con il nome di FußballClub Neudorf, ha inizialmente esordito nella terza divisione del campionato tedesco per poi entrare, al termine della prima guerra mondiale, nel sistema calcistico francese (con una parentesi nel corso del secondo conflitto mondiale in cui fu di nuovo riammessa al sistema calcistico tedesco). Ottenuto lo statuto di squadra professionale nel 1933, lo Strasburgo ha ottenuto nella sua storia risultati altalenanti (toccando il punto più alto nella stagione 1978-1979, in cui si aggiudicò il suo primo e finora unico titolo nazionale) a causa di continui cambi in seno alla dirigenza della società.

History

Lo stesso argomento in dettaglio: Storia del Racing Club de Strasbourg.

Il Racing Club de Strasbourg vide la luce nel 1906 per iniziativa di un gruppo di studenti del quartiere di Neudorf che fondarono una squadra chiamata Fußballclub Neudorf. Dopo tre anni di difficoltà dovute a problemi economici ed organizzativi, la squadra fu iscritta nel 1909 alla Verband Süddeutscher Fußball-Vereine iniziando la scalata verso la massima serie, interrompendola allo scoppio della prima guerra mondiale. Al termine del conflitto, con il passaggio dell'Alsazia al governo francese, la squadra assunse la denominazione attuale e si iscrisse ai campionati regionali alsaziani. Acquisito con qualche difficoltà lo status di club professionistico nel 1933, lo Strasburgo divenne uno dei club di primo piano del campionato francese lottando nella sua stagione d'esordio in massima serie per la conquista del titolo e arrivando in finale di Coppa di Francia nella stagione 1936-1937. Allo scoppio del secondo conflitto mondiale, con la riconquista dell'Alsazia da parte del Terzo Reich, lo Strasburgo fu nuovamente ammesso nel sistema calcistico tedesco disputando le competizioni locali e cambiando il nome in Rasensportclub Straßburg.

Negli anni successivi alla chiusura del conflitto lo Strasburgo, reintegrato nel sistema calcistico francese, conobbe un periodo di risultati altalenanti, alternando ottime stagioni (nel 1946-1947 andò vicino al double e nella stagione 1950-51 vinse il suo primo titolo, la Coppa di Francia ai danni del Valenciennes) ad altre meno convincenti (retrocesse al termine delle stagioni 1951-1952, 1956-1957 e 1959-1960). Fu solo negli anni sessanta che, grazie ai finanziamenti da parte del comune, la squadra attraversò un periodo di crescita che le permise di ben figurare nelle competizioni europee e nazionali. A quel decennio risalirono infatti l'approdo ai quarti di finale in Coppa delle Fiere (raggiunti eliminando squadre più quotate come Milan e Barcellona) e la seconda vittoria in Coppa di Francia nella stagione 1965-1966, ottenuta ai danni del Nantes. Un calo dei risultati negli anni successivi spinse, nel 1970, la dirigenza a incorporare nella società la sezione professionistica della squadra dei Pierrots Vauban. I risultati furono tuttavia insoddisfacenti, tanto che dopo sei anni la società (che nel frattempo aveva cambiato il nome in Racing Pierrots Strasbourg Meinau) fu scorporata e riacquisì il nome precedente.

Alla fine degli anni settanta risale il miglior periodo dello Strasburgo dal punto di vista dei risultati: guidati dall'ex giocatore Gilbert Gress, gli alsaziani, senza sconvolgere troppo la formazione e grazie ad un gioco basato sul collettivo centrarono il terzo posto da neopromossi, per poi migliorare il risultato nella stagione 1978-1979, che vide lo Strasburgo ottenere il suo primo titolo di campione di Francia. Negli anni successivi a questo trofeo la squadra attraversò un periodo caratterizzato da dissidii al vertice che aprirono un periodo di instabilità societaria che si rifletté per circa un decennio sui risultati della squadra.

Il ritorno di Gress in panchina (1991) gettò le basi per un periodo in cui la squadra, nonostante i continui cambi in seno alla dirigenza, acquisì una dimensione europea vincendo la prima edizione della Coppa Intertoto e partecipando in due occasioni alla Coppa UEFA (ottenendo il suo miglior risultato nella stagione 1997-1998, in cui fu fermata dall'Inter agli ottavi di finale dopo aver eliminato ai sedicesimi il Liverpool). La squadra ottenne prestazioni convincenti anche nelle competizioni nazionali segnalandosi come club di livello medio-alto in campionato e vincendo nel 1997 la Coppa di Lega.

Negli anni 2000 l'instabilità societaria incominciò ad influire sui risultati della squadra che, pur continuando a vincere trofei (nella stagione 2000-2001 vinse la Coppa di Francia e nel 2005 la Coppa di Lega), visse delle stagioni di saliscendi tra la prima e la seconda divisione caratterizzate da numerosi cambi ai vertici della società. A questo periodo risale inoltre la prima retrocessione della squadra in Championnat National, la terza serie, avvenuta al termine della stagione 2009-2010.

Dopo essersi piazzato al quarto posto della terza serie nella stagione 2010-2011, mancando la promozione in Ligue 2, il club fallisce e riparte dalla quinta serie, il Championnat de France amateur 2, nel girone C. Torna immediatamente in Championnat de France amateur, la quarta serie, vincendo il Championnat de France amateur 2 nel 2011-2012 con ben 100 punti ottenuti. Nel 2012 cambia nome in Racing Club de Strasbourg Alsace e modifica anche il logo. Vincendo il campionato di quarta serie nel 2012-2013, nel giro di due anni il club fa il ritorno nel Championnat National, la terza divisione. Nel 2014-2015 subentra l'allenatore Jacky Duguépéroux dopo il triennio di gestione di François Keller. Nel 2015-2016 lo Strasburgo vince il National, tornando in Ligue 2 dopo sei anni. Nel 2016-2017 completa la risalita, vincendo da neopromossa il campionato cadetto e approdando in massima serie. Nella Ligue 1 del 2017-18 si classifica in quindicesima posizione, salvandosi alla penultima giornata grazie al successo ottenuto a Décines-Charpieu contro l'Olympique Lione in rimonta con un calcio di punizione di Dimitri Liénard nei minuti di recupero. Nel 2018-2019 la squadra si aggiudica per la terza volta la Coppa di Lega francese, prevalendo per 4-1 ai tiri di rigore nella finale contro il Guingamp.

Nel 2021-2022 il RCS viaggia nelle zone alte tutta la stagione, chiudendo il campionato al 6º posto (miglior piazzamento dal 1979-80), sfiorando la qualificazione alle coppe europee per soli 3 punti.